Con la testa, il cuore e la mano per i diritti dell’infanzia

Una panoramica della settimana creativa di progetto 07.11.2019 - 09:14 | Lina Ehlert

Ballare, cantare, dipingere, fare lavoretti … quando affrontiamo un argomento in modo creativo, spesso si schiudono nuovi punti di vista in merito. In tal senso, all’inizio di agosto degli adolescenti provenienti da Bosnia-Erzegovina, Ucraina, Moldavia e Svizzera hanno partecipato al Villaggio per bambini a un progetto settimanale molto particolare.

Nel workshop dedicato a scenografia, pittura, canto e danza gli adolescenti considerano il tema dei diritti dell’infanzia da una prospettiva artistica. Con il sostegno di artisti di Berlino, Colonia e Vienna creano opere d’arte ispiratrici. Un capolavoro della settimana del progetto è la canzone sui diritti dei bambini, che è stata eseguita dai giovani durante il festival estivo.

thumbnail_kinderrechtssong
news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_werkstatt

Un gioco per giganti

Nel laboratorio c’è molto rumore: gli adolescenti segano e piallano delle tavole di legno. Stanno costruendo un gioco di carte di enormi dimensioni. L’ucraino Andrii sta rifinendo un’enorme carta da gioco. Il workshop «Scenografia» con il set designer Uli Tegetmeier è incentrato sul diritto al gioco e al tempo libero.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_riesenuno

Gli adolescenti chiamano il gioco di carte «ONOX». L’enorme gioco di carte occupa molto spazio, e così il campo di calcio del Villaggio per bambini si trasforma in un tavolo da gioco. Quattro squadre si fronteggiano; all’interno della squadra si decide la prossima carta da giocare. Sull’area di gioco c’è un vivace andirivieni.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_demonstration

Il colore per dare un segnale

Per il Villaggio per bambini echeggiano grida decise: «Stop discrimination!», «join the fight for children's rights!». Si fa strada un variopinto nugolo di adolescenti intenti a dimostrare. Il workshop «Performance e pittura» con l’artista mediatico Oliver Hangl tratta del diritto a partecipare e a contribuire alle decisioni.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_schild

Per la manifestazione gli adolescenti hanno creato cartelli colorati su cui hanno esposto le loro richieste più impellenti. «Le idee e i contenuti degli adolescenti si ritrovano pari pari nelle opere d’arte», racconta Oliver Hangl.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_liedtext

Una canzone per i diritti dell'infanzia

Nella stanza di musica del Villaggio per bambini, gli adolescenti cantano a squarciagola. Alcuni di loro dondolano e ballano a ritmo. Nel workshop «Canto» hanno scritto insieme all’attrice e cantante Carol Schuler una canzone commovente sui diritti dell’infanzia. «It is hard to be me» parla di amicizia, libertà e amore. Esprime il fatto che gli adolescenti fanno di tutto per difendere i propri diritti. Carol Schuler è la nipote di Walter Robert Corti, fondatore del Villaggio per bambini. A partire dal 2020 interpreterà una commissaria nella serie poliziesca «Tatort» ambientata in Svizzera.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_gesang

Gli adolescenti esprimono il loro talento musicale in una band: suonano la chitarra, strimpellano al pianoforte e agitano i sonagli. Carol Schuler trova gli adolescenti aperti, curiosi e interessati: «La loro creatività così tenace, ricca e piena di vita non fi nisce mai di stupirmi.»

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_akrobatik

Eccellenza Acrobatica

Nel workshop «Danza» con la danzatrice Mara Natterer gli adolescenti provano audaci coreografie. Due adolescenti dimostrano il loro talento acrobatico facendo ruote e spaccate. Gli altri componenti del gruppo battono le mani e schioccano le dita; si danno feedback a vicenda per continuare a migliorare la loro coreografia.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_kreis

Alla festa d’estate, gli adolescenti esibiscono le loro coreografi e davanti ai visitatori. Ridendo, ballano in cerchio; l’atmosfera distesa è contagiosa. Si avverte che tra gli adolescenti sono nate nuove amicizie.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_lukrecija_kocmanic

Anche la responsabile del progetto, Lukrecija Kocmanic, partecipa alle esibizioni degli adolescenti durante la festa d’estate. Ci spiega perché l’attività creativa è tanto preziosa: «Quando realizzano il loro potenziale creativo, gli adolescenti rendono i loro pensieri percepibili, udibili e visibili. Così, comprendono i diritti dell’infanzia con la testa, il cuore e la mano.»

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_meditation

Viaggio nell'infanzia

Durante tutte queste emozionanti attività, gli adolescenti hanno anche tempo di trovare se stessi. Nella classe c’è un gran silenzio; si sente solo la voce tranquilla dell’organizzatrice del corso, Kate Heller. Gli adolescenti sono seduti per terra, con gli occhi chiusi. Durante la meditazione guidata, richiamano alla mente momenti particolari della loro infanzia. Alcuni di loro sorridono, altri hanno addirittura le guance rigate di lacrime.

news_-_kinderdorf_pestalozzi_-_kinder_haben_recht_-_malen

Kate Heller srotola per terra un’enorme carta pergamena. Gli adolescenti con pennello e colori dipingono le emozioni richiamate alla memoria. Alcuni si raccontano a vicenda le loro storie, imparando a conoscersi meglio.  

Donare

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta ai progetti più urgenti.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al Villaggio per bambini.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Africa orientale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto America centrale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Asia sud-orientale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Europa sud-orientale.

Sì, desidero diventare membro del circolo degli amici.

Grazie infinite per la sua donazione

Dì ai tuoi amici della Fondazione Villaggio Pestalozzi per bambini.

Condividi