Il «Social Investment» è un impegno verso un futuro per i nipoti

25.07.2019 - 10:19 | Andreas B. Müller

Chi investe lo fa per ottenere un rendimento. Ma i rendimenti non devono essere per forza di tipo monetario; per esempio, investire nella società favorisce la sostenibilità e una comunità sana e rafforza l’ambiente.

schuelerinen_in_schulzimmer-aus_dem_kinderdorf-stiftung_kinderdorf_pestalozzi
Gli investimenti nella formazione sono sostenibili.

In questo mondo chiassoso, inondato di informazioni superflue, fare chiarezza sui problemi pressanti del nostro tempo è quasi indispensabile per la sopravvivenza. «Purtroppo la storia non fa sconti» scrive il pensatore Yuval Noah Harari («Breve storia dell’umanità» e «Homo Deus») nel suo nuovo libro «21 lezioni per il XXI secolo», e continua: «Se il futuro dell’umanità viene deciso in nostra assenza, perché siamo troppo occupati a dar da mangiare e a vestire i nostri bambini, noi e loro ne subiremo comunque le conseguenze.

In altre parole, che lo vogliamo o no, il futuro arriva e non lo possiamo arrestare. Sta a ciascuno di noi, uomini e donne, contribuire a forgiare il futuro. Una possibilità di aiutare a preparare il terreno di domani è offerta dal «Social Investment».

Ogni azione lascia una traccia

Chi partecipa attivamente alla realizzazione positiva del futuro, lo fa spesso animato da un urgente senso di responsabilità. Non di rado, questo sentimento deriva da una profonda riconoscenza per la propria situazione privilegiata. «La vita mi ha dato molto e desidero restituire qualcosa»: è una frase che si sente spesso pronunciare dalle persone socialmente impegnate, consapevoli del loro ruolo di persone privilegiate nella società. Ogni azione lascia una traccia nella società. Agire in modo responsabile nei confronti delle prossime generazioni e di quelle che verranno dopo, verso il mondo che ci circonda e in generale verso la vita, vivendo consapevolmente, mostrando rispetto o anche solo semplicemente regalando un sorriso sincero, tutto ciò lascia un’impronta positiva.

«Si definisce ‹Social Investment› il sostegno a progetti e iniziative che offrono un contributo duraturo alla società!»

Ma assumersi responsabilità vuol dire anche e soprattutto avere un po’ di chiarezza riguardo ai propri pensieri e azioni – e in particolare riguardo alle possibili conseguenze – o perlomeno sforzarsi di raggiungere un certo grado di chiarezza. Il presupposto fondamentale perché ciò sia possibile è la consapevolezza che la nostra umanità è un «organo» irrevocabilmente fondato su reciproche interazioni e dipendente da tutto il resto nell’organismo globale chiamato Terra (per non parlare poi dell'universo). Agire in modo responsabile significa cura e protezione della vita, concretizzate nell’immediata sfera d’influenza dell’individuo.

Un impegno sociale è, di conseguenza, niente di meno che il sostegno mirato e orientato al futuro per preservare il (proprio) ambiente naturale, che per natura può presentare le forme più diverse. Si definisce «Social Investment» il sostegno a progetti e iniziative che offrono un contributo duraturo alla società. Tale contributo può consistere sia in aiuti finanziari sia in servizi ed è orientato a principi etici e morali e a valori quali ad esempio la sostenibilità, la lealtà, la solidarietà, l’onestà, l’equa distribuzione di risorse e opportunità. Per dirla in breve, gli investimenti sociali sono quelli che si prefiggono un impatto sociale positivo e un rendimento sugli investimenti originari.

kinder_in_natur-aus_dem_kinderdorf-stiftung_kinderdorf_pestalozzi
Di un investimento sociale beneficiano in ogni caso i bambini del mondo.

Un mondo vivibile come rendimento

Se si considera il rendimento in un’ottica più ampia, appare logico che gli investimenti sociali vanno ben oltre il conseguimento di un utile monetario. Del rendimento da «Social Investments» approfittano in ogni caso i figli e nipoti che crescono in un mondo più curato. Il rendimento è qui il risanamento della comunità mondiale. Per usare le semplici parole di Walter Robert Corti, fondatore del Villaggio Pestalozzi per bambini a Trogen, «Costruiamo un mondo in cui possano vivere i bambini.» Poiché se la storia non fa sconti, il futuro offre comunque un rendimento.

Donare

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta ai progetti più urgenti.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al Villaggio per bambini.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Africa orientale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto America centrale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Asia sud-orientale.

Sì, desidero che la mia donazione venga devoluta al progetto Europa sud-orientale.

Sì, desidero diventare membro del circolo degli amici.

Grazie infinite per la sua donazione

Dì ai tuoi amici della Fondazione Villaggio Pestalozzi per bambini.

Condividi