Ribellione per la pace nel Villaggio per bambini

Nel campo estivo di luglio si sono riuniti 110 adolescenti provenienti da tutta Europa. Partecipando a numerosi workshop, essi si sono confrontati con argomenti affini al motto «Rebels for Peace».

«Le attività, il luogo, le persone, lo sport, il cibo, la bella atmosfera – praticamente tutto», così rispondono gli adolescenti quando si chiede loro cosa piace loro del campo estivo. Nelle due settimane trascorse nel Villaggio per bambini di Trogen, essi hanno trattato argomenti quali la pace, la migrazione, i diritti umani, il genere o la sostenibilità. Temi che sono più attuali che mai. Tutti tra i 15 e i 18 anni, gli adolescenti provenienti da Svizzera, Polonia, Repubblica di Macedonia del Nord, Moldavia, Serbia, Croazia e Italia hanno sviluppato delle idee sulla futura convivenza pacifica e sostenibile e si sono confrontati sui diritti umani e dell’infanzia. Oltre a partecipare ai workshop, si sono riuniti per «spizzicare», giocare a calcio o pallavolo, si sono goduti la natura meravigliosa del Paese di Appenzello e hanno danzato la sera intorno al falò.